Caritas

CENTRO D’ASCOLTO 

Presso ufficio Caritas(ex Canonica), Via Campo Sportivo, 7
Tutti i VENERDI’ dalle 10.00 alle 11.30 

CENTRO DISTRIBUZIONE PACCHI ALIMENTARI 

Presso Via Roma, 99
Dal 10 del mese per due settimane il MERCOLEDI’ e il SABATO dalle 11.30 alle 12.00 

CENTRO ABITO USATO

Presso Via Divisione Acqui
Il MERCOLEDI’ e il SABATO dalle 10.00 alle 11.30 e dalle 15.00 alle 17.00

La carità, vero farmaco contro l’apatia spirituale

1. Carità: “Ad imitazione del nostro Maestro – scrive Papa Francesco – noi cristiani siamo chiamati a guardare le miserie dei fratelli, a toccarle, a farcene carico e a operare concretamente per alleviarle”. E’ l’invito a guardare allo stile di Cristo, quasi cartina di tornasole dell’autenticità delle nostre comunità (parrocchiali, vicariali e diocesane) come di ogni cammino formativo alla fede. Quindi in questa Quaresima proponiamo di rilanciare le Caritas parrocchiali e diocesane (cfr Intima Ecclesiae natura 9) e la collaborazione con tutti gli operatori pastorali (catechisti, animatori della liturgia e della pastorale giovanile, familiare, ecc.) Il messaggio del Papa inoltre sarà base per un incontro formativo per gli operatori della Caritas, mettendo in luce come l’amore cristiano cerchi di portare sollievo non solo materiale, ma anche morale e spirituale. Papa Francesco osserva inoltre che “quanto più un carisma volgerà il suo sguardo al cuore del Vangelo, tanto più il suo esercizio sarà ecclesiale. E’ nella comunione, anche se costa fatica, che un carisma si rivela autenticamente e misteriosamente fecondo”. (Eg 130) I vari richiami dottrinali e le disposizioni del Motu proprio Intima ecclesiae natura richiedono il coinvolgimento del Vescovo nelle iniziative socio-assistenziali locali e favoriscono il consolidamento o l’avvio di una Consulta diocesana.” 

2. Salute: La quaresima ci incoraggia a questa fraternità attiva, per portare una luce e una speranza di vita vera che solo Cristo sa dare. Desideriamo incoraggiare le visite ai malati, l’attivazione anche del volontariato come di una bella prossimità verso tutti. Lo spirito cristiano ha poi fatto sorgere istituzioni “cattoliche” di servizio alla salute. I Vescovi, per quel principio di ecclesialità a cui anche papa Francesco si riferisce (cfr Eg 30; 130), possono cogliere l’esortazione del Santo Padre per sviluppare una proficua collaborazione. Infine, lo spirito del digiuno quaresimale, rinuncia effettiva, è ancora un più caldo invito a saper rivedere stili di vita che pongono a rischio la salute e possono trascinare a dipendenze dannose per il bene delle persone e gravose per la società, alla quale invece siamo chiamati a dare un contributo positivo….. 

La vera povertà duole: non sarebbe valida una spoliazione senza questa dimensione penitenziale. Con questo sguardo intendiamo entrare insieme in questo tempo di Quaresima, per testimoniare a tutti, come scrive Papa Francesco, “il messaggio evangelico, che si riassume nell’annuncio dell’amore del Padre misericordioso, pronto ad abbracciare in Cristo ogni persona”.